Sulla corsa, l’adrenalina e la musica da film


Ciao a tutti, torno dopo un milione di anni circa con un astuto Intermezzo per distanziare fra loro gli spazi automarchettari.

E’ una cosa che ho avuto modo di verificare più volte, da quando mi sono messo ad andare a correre quelle 2-3 volte a settimana. C’è l’iPod, ovviamente, e una playlist fatta apposta per correre che da sola basterebbe a farvi venire la voglia di trottare. Chi ce l’ha (l’iPod) sa che c’è la funzione fitness, che dato un certo tempo base vi calcola le statistiche di corsa e vi aiuta con frasi incoraggianti (“Mancano solo 5 minuti, dai forza” etc). E vi manda la musica che avete scelto, ovviamente.

Intanto, piccolo suggerimento se con la mia bacchetta magica vi ho già convinto a iniziare: non mettete semplicemente pezzi che vi piacciono. Serve roba che abbia un ritmo continuo, pari almeno al vostro ritmo di corsa “base” (quello che usate per riscaldarvi, per intenderci). Che non abbia inizi lenti, e possibilmente nemmeno rallentamenti nel mezzo o in fondo: vi butteranno giù, vi faranno pensare fin troppo ai muscoli doloranti o al fiato corto o alla milza che urla e così via. Roba veloce, che vi piace, sicuramente, ma veloce e scevra da pause.

Volendo essere integralisti direi addirittura: non roba che vi possa venire da cantare. Perché se cantate siete fottuti. E’ bello in quel momento, magari mentre sei lì a dire “Fly on your way like an eagle”, e il momento dopo tutto l’ossigeno rubato ai muscoli si farà sentire. Se non sapete trattenervi, se non sapete magari limitarvi solo a muovere le labbra, via i pezzi cantabili.

E veniamo alla motivazione del titolo. Ognuno ha il suo modo di generare adrenalina. L’adrenalina è una cosa fichissima che te fa vvola’, per citare Corrado Guzzanti (che parlava di un’altra cosa, però). E questa cosa fichissima, però, non puoi scegliere di produrla dal bello e buono.

Dunque, io sono uno di quelli che piange davanti ai film. E ai telefilm. Sono uno di quelli che nella giusta situazione e con la giusta musica di sottofondo viene sommerso dai brividi e dall’emozione. Dai due amanti che si ritrovano dopo tanto tempo, al più classico degli “arrivano i nostri”, al condannato a morte salvato in extremis dalla dimostrazione d’innocenza, al protagonista che si incazza e fa fuori tutti. E cos’è tutta questa roba? Adrenalina, pura e semplice. Di quella buona. Solo che in genere muore lì, in un’esplosione dai dotti lacrimali o una diffusione omnidirezionale di pelle d’oca.

Il potere della musica consente di replicare questi effetti in altri contesti. Non è poca cosa, anzi. Magari non siete come me, ma se lo foste vi invito a provare l’esperimento.

Magari state correndo gli ultimi cinque minuti, e d’improvviso vi parte nelle orecchie il Training Montage di Rocky IV (sì, quello in cui lui si allena nelle nevi siberiane). Oppure il tema di Batman: The Dark Knight, e risentite nella testa la voce del commissario Gordon che risponde al figlio che chiede per quale motivo Batman debba fuggire, dicendo “Perché lui può sopportarlo. Perché lui non è un eroe. È un guardiano silenzioso che vigila su Gotham. Un Cavaliere Oscuro”. Oppure ancora, andando più nello specifico, vi beccate “I am the Doctor” di Murray Gold, dalla soundtrack dell’undicesimo Doctor Who, e nelle orecchie vi risuona quel “Basically, run” della 5×01, dal significato così azzeccato per la vostra attuale situazione. E in ciascuno di questi frangenti sentite il cuore che pompa di più, i muscoli che potrebbero dare ancora chissà quanto, e soprattutto la voglia di bruciare quell’ultimo chilometro. E allora volate davvero.

Potenza dell’adrenalina, della musica, e infine dell’emozione dell’immaginario.

PS E le scarpe, mi raccomando le scarpe “buone” sul serio.

Annunci
Comments
5 Responses to “Sulla corsa, l’adrenalina e la musica da film”
  1. Chiaretta ha detto:

    Eccotiiiiiii finalmente! Scrivi più spesso dai 😀

    Io non corro, io odio correre, c’ho provato in passato, gnaaa posso fa’, amo lo sport, ma la corsa mi annoia mortalmente -__-
    Detto questo, concordo con te sulla playlist giusta, che ti dia la giusta carica e ti faccia salire l’adrenalina a mille! Ogni tanto la mattina, mentre vado al lavoro, mi sparo un po’ di rock nelle orecchie per darmi la carica e per non pensare a niente.

    ps: mitico Rocky (l’hai rivisto adesso che lo hanno rifatto in tv?)
    pps: non è facile per un uomo ammettere di piangere davanti a film e telefilm, coraggioso 😀

  2. wwayne ha detto:

    Rieccomi! Ti raccomando ad occhi chiusi un film strapieno di adrenalina, quello di cui ho parlato in questo mio post: http://wwayne.wordpress.com/2014/09/04/adoro-questuomo/. : )

  3. Claudio71 ha detto:

    Ok, tutto vero, la musica giusta sa alterare enormemente la nostra percezione; siamo tutti esseri sensibili, spostiamo montagne e sopportiamo ogni cosa per provare emozioni e sensazioni.
    Per esempio, hai provato a correre in scia ad una bella gnocca? ahah, scherzo, sei un grande!
    Cmq, io devo ricominciare a correre, mi passi la tua tracklist?
    Sono sicuro che è perfetta, però mi ci devi mettere anche “The eye of the tiger”….

    • Ema ha detto:

      guarda, di Rocky ci sono tutte e tre (anzi quattro) le rilevanti: Eye of the tiger, Training Montage (da Rocky IV, che sarebbe questa, ho toppato il link più sopra: http://youtu.be/1Lb3MTlIrC4 ) , War (sempre da Rocky IV, che è questa: http://youtu.be/ingPbmcNlkQ) e poi naturalmente il tema principale.
      E poi… parte di ciò che volevo dire è che non esiste la playlist perfetta, perché dipende dalla percezione e dalla memoria di ognuno. Magari una canzone o un film (o una parte di film) che non significa nulla per me significa tutto per te e così via. Ognuno deve farsi la sua, è una specie di processo catartico 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: