C’è solo un Capitano?

Enterprise_interior

Mi avvalgo di un tormentone della Curva Sud dell’Olimpico per portarvi oggi una riflessione sull’atroce dilemma che affligge generazioni di Geek, Nerd e simpatizzanti tali. Qual è il miglior Capitano di Star Trek?

Mica roba da ridere. Abbiamo qualcosa come 5 diverse serie per 5 capitani 5, ognuno magnificato per un motivo o per un altro, ognuno (dicono) a suo modo estremamente carismatico. Come mio solito, procederò ad un’analisi il più possibile obiettiva dei cinque personaggi di cui sopra per poi dirvi qual è la mia scelta (che già so, indipendentemente dalle cazzate che dirò su tutti gli altri; ma l’onestà del blogger viene prima di tutto…).

Chi sono

Eccoli qua, ve li snocciolo velocemente in ordine di uscita della serie relativa.

  1. James T. Kirk, The Original Series, William Shatner.
  2. Jean-Luc Picard, The Next Generation, Patrick Stewart.
  3. Benjamin Sisko, Deep Space Nine, Avery Brooks.
  4. Kathryn Janeway, Voyager, Kate Mulgrew
  5. Jonathan Archer, Enterprise, Scott Bakula

Ma visto che questo è un articolo per Nerd, ve li ri-elenco in ordine di sequenza temporale del continuum di Star Trek:

  1. Jonathan Archer
  2. James T. Kirk
  3. Jean-Luc Picard, Benjamin Sisko, Kathryn Janeway (contemporanei)

Galleria fotografica e si parte!

Jean-Luc Picard

Jean-Luc Picard

https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/it/6/6d/Kirk_gip.jpg

James T Kirk

Benjamin Sisko

Benjamin Sisko

Kathryn Janeway

Kathryn Janeway

Jonathan Archer

Jonathan Archer

James T. Kirk

E’ il capitano della prima Enterprise che abbia mai solcato gli schermi televisivi, anche se non della prima Enterprise in assoluto (sia perché esistono diverse portaerei USS Enterprise, sia perché scopriremo poi che la prima astronave con quel nome è la NX-01 del capitano Archer). Bello, biondo, tarchiato, molto ammmericano e anche di più: infatti è texano, e l’occhio azzurro non mitiga di certo i metodi spicci e il montante sempre pronto. Ciò nonostante riesce a mediare con successo tra l’approccio tutto logica di  Spock e tutto passione e carità del Dr McCoy.

Frase emblematica: Scotty, beam us up. (Scotty, ci porti su).

Cip e Ciop

Pros:

  • E’ stato il primo
  • Mena come un fabbro
  • E’ il John Wayne della galassia
  • Si è insubordinato ennemila volte appositamente perché non gli piaceva fare l’Ammiraglio, così da farsi degradare e tornare al comando di una nave stellare

Cons:

  • …E’ il John Wayne della galassia.

Jean-Luc Picard

Capitano della Enterprise-D  e più tardi, al cinema, della bellissima classe Sovereign Enterprise-E. Figlio di vignaiolo francese, colto, abile stratega, ligio ai regolamenti. Sopravvive per primo ad un’assimilazione Borg, prima che diventasse facile come levarsi l’apparecchio ortodontico (ST: Voyager – Unimatrix Zero docet).

Frase emblematicaEngage! (Attivare!), ma anche Make it so (Proceda, anche se la traduzione non rende giustizia e non è stata sempre univoca).

Pros:

  • La pelata saggia
  • Una voce spettacolare (in originale)
  • E’ talmente cazzuto che i romulani lo clonano! (in un film orrendo ma vabbe’)
  • Riesce a mantenere equità di giudizio anche nelle condizioni più svantaggiose (tranne quando ci sono i Borg di mezzo)

Cons:

  • Delega fin troppo il pensiero laterale al suo primo ufficiale. La serie ne guadagna, il personaggio un po’ meno, ma va bene così
  • Generations ci dimostra che nel corpo a corpo se la cava male

Benjamin Sisko

Comandante della stazione spaziale Deep Space 9, al secolo Terok Nor. Comincia malissimo, poi viene pian pianino montato pezzo per pezzo dagli sceneggiatori di ST:DS9. Il che non me lo rende più simpatico. Col tempo impariamo che è un abile stratega, un capoccione, uno che fa di testa sua, un ingegnere di primo piano (suoi sono i disegni originali della USS Defiant) e persino un Profeta involontario per i Bajoriani.

Frase emblematica: nessuna.

Pros:

  • Dopo un inizio fisicamente inguardabile alla Ispettore Tibbs passa anche lui alla pelata saggia, plus pizzo aggressivo.
  • Cronicamente soggetto a colpi di testa per mezzo dei quali provoca regolarmente casini
  • E’ il Profeta

Cons:

  • Ha il carisma di una lumachina, il che per un Profeta non depone benissimo. Però col tempo migliora
  • Nella versione italiana ha una voce irritante
  • Ha un figlio ancora più irritante

Kathryn Janeway

Sette di Nove. Per una volta, grazie Capitan Janeway…

Capitano della USS Voyager. Comincia col dover rimpiazzare mezzo equipaggio con l’equipaggio Maquis di un’altra nave. Vaga per anni nel quadrante Delta, potendo contare solo sulle sue forze e quelle del suo equipaggio e sviluppando una lunga rivalità con la Borg Queen. Si ostina a far parte degli away team invece di mandare il suo primo ufficiale, come vorrebbe logica, così qualsiasi cosa succede addio Capitano. Ne sa a pacchi in tutti i campi possibili.

Frase emblematica: nessuna.

Pros:

  • Salva dalla Collettività Borg Seven of Nine, il che basta a perdonarle MOLTE cose
  • E’ protagonista assoluta dell’ultimo episodio (in ordine di linea temporale) di tutte le serie di Star Trek, e porta a bordo la straordinaria Ablative Armor che è più o meno la cosa più figa e coatta mai vista su una nave di Star Trek (assieme all’immortale scena del joystick del comandante Riker in L’Insurrezione).

Cons:

  • Ha una faccia di cazzo che levati (specie quando sorride)
  • E’ una fottuta prima della classe che fa tutto lei
  • Ha una voce terribile sia in originale che in italiano
  • Oscura continuamente un equipaggio che non sarebbe affatto male (tranne per, vedi prossimo punto)
  • Ha arruolato il vulcaniano più coglione dell’Universo

Jonathan Archer

T’Pol. Altro che Uhura…

Capitano dell’Enterprise NX-01. Figlio di uno dei teorici del motore Warp. Conduce tra le stelle la primissima astronave a curvatura terrestre e porrà le basi per la Federazione Unita dei  Pianeti. Deve vedersela, specialmente all’inizio, con un “comandante aggiunto” che non ha scelto e gli metterà spesso i bastoni fra le ruote per via  dell’ostilità vulcaniana alla diffusione dei terrestri nello spazio. Si trova, primo tra tutti, ad avere a che fare con le società aliene e le loro stranezze, con i paradigmi di una diplomazia interstellare ancora agli albori e con i paradossi della Guerra Temporale. Insomma, una serie di casini paragonabili solo a quelli della Voyager.

Frase emblematica: nessuna, o forse una che però non riesco a ricordare.

Pros:

  • E’ tanto buono, ma non a livelli irritanti
  • Può sfoggiare il subcomandante T’Pol (e non è da tutti)
  • E’ una testa calda

Cons:

  • A volte ha questo atteggiamento da papà comprensivo che non si sopporta. Però solo a volte.
  • Non ha particolari qualità eccellenti

Conclusioni

C’è poco da discutere. Ci saranno gli ultrà di Sisko, sicuramente, mentre Archer è uno di quelli che piacciono a tutti senza risultare mai il favorito, così come dubito che la Janeway abbia qualche fan sfegatato se non tra i fan club di femministe. Se la giocano quindi Kirk e Picard. Fatemi pensare… Vince Picard. Punto.

Vabbe’, due spiegazioni… Dopo il pippone che vi ho fatto fin qui, devo purtroppo ammettere che la scelta del Capitano è totalmente emozionale e irrazionale. Così come sono affezionato a The Next Generation perché è la serie che ho seguito più da vicino e all’età più giusta (la serie classica l’ho vista per prima, sì, ma quando ero troppo piccolo per capirla a dovere o in alternativa troppo grande per apprezzare taglio ed effetti ormai datati) il Mio Capitano è Jean-Luc Picard, e niente potrà più cambiare il giudizio. Vi sentite fregati? Non dovete. Sono certo che pure per voi è così 🙂

PS

Avrete notato che ho omesso la nuova versione di Kirk, ovvero Chris Pine, che ha appena invaso i cinematografi statunitensi col secondo episodio del nuovo Star Trek. Non sono di quelli che schifano il reboot di JJ Abrams, tutt’altro, anzi non vedo l’ora di andarmi a vedere come se la cava Benedict Cumberbatch nel ruolo di Khan (che fu di Ricardo Montalban). Ma paragonare il volenteroso Chris a William Shatner, beh… Lasciamo stare.

Advertisements
Comments
8 Responses to “C’è solo un Capitano?”
  1. Marta scrive:

    L’unico e solo è Jonathan Archer…serie meravigliosa, adoro Enterprise, a partire dalla sigla e le dinamiche…adoto tutti i personaggi Trip, Tpol, il doctor Flox, Guardiamarina Sato etc, come vorrei avessero realizzato piu stagioni! Archer Capitano per sempre!

  2. Daviduzz scrive:

    Non c’è discussione…Picard tutta la vita! È il personaggio più completo dell’intera serie, ed anche il più credibile. La forza della recitazione di Patrick Stewart poi non ha paragoni. È un capo saggio, carismatico, riflessivo e deciso all’occorrenza. Non cade mai in contraddizione o in facili appetiti. E sfoggia un’anima sognante nel suo amore per Shakespeare, ed una da avventuriere nei suoi trascorsi da archeologo dilettante. Ma soprattutto, la persona giusta a cui affidare la propria vita, su una nave stellare nel buio dello spazio!

    • Daviduzz scrive:

      E aggiungo…kirk andava bene negli anni 60, in concomitanza con i film di John Wayne. Un belloccio sempre pronto alla scazzottata, sempre in procinto di sedurre la bella di turno, e sospinto perlopiù dagli ormoni che dal raziocinio. Quanto basta per fare di Spok un personaggio più carismatico di lui.

      • Ema scrive:

        Riflessione giustissima, ogni capitano ha seguito la corrente del suo tempo. Però mi viene da dire che da questo punto di vista la serie classica e TNG sono più equilibrate nel fornire dei comprimari all’altezza (Spock e McCoy, Riker e Data) mentre Voyager ma anche Enterprise lasciano tutti gli assi in mano al capitano, fin troppo spesso. E non la ritengo una cosa positiva…

  3. Francesco Roghi scrive:

    Concordo con te il migliore è Picard. Sarà perché anch’io sono molto affezionato alla TNG 🙂

    • Ema scrive:

      E’ la generazione, temo. E quanto ho sofferto quando in “Generazioni” Picard viene messo fisicamente fuori combattimento dal cattivo, il quale viene poi surclassato da Kirk…
      Film preferito?

      • adele scrive:

        kirk per eccellenza, un capitano integro, intelligente, bello e sopratutto intuitivo. Picard, benino per un uomo di mezza eta´, lascia troppe riflessioni agli altri ufficiali ed anche grattacapi. kirk invece sempre pronto a risolvere , mente aperta e un combattente insomma. Fa lui stesso senza farlo pesare agli altri. quante volte ha salvato il mondo e l úniverso e Picard cosa ha fatto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: